SEMINARIO / CONFERENZE

WPC ROMA 2020 SEMINARI



SEMINARIO TECNICO DI MATRIMONIO

https://www.studiofotograficocerrone.it/
Fernando Cerrone:

Domenica 22 Marzo 09.00-14.00

Workflow per snellire il flusso di lavoro velocizzando la fase di post-produzione. Emozionare con il colore. Spunti e tecniche avanzate per creare immagini di forte impatto visivo. Ricerca ed evoluzione del fotografato professionista. Tecniche di illuminazione con flash e luce continua. Uso creativo dei flash per creare sfondi e texture. L'importanza dell'unicità e come raggiungerla. Approfondire la conoscenza della nostra fotocamera sfruttando al meglio gli strumenti a nostra disposizione. Migliorare l'inquadratura con sezione aurea e simmetrie. Regole da seguire per creare perfetti ritratti creativi. Sessione shooting con modelli. Come elaborare al meglio file 16 bit di una medio formato.



SEMINARIO TECNICO DI RITRATTO MODERNO

https://shirkphotography.com/
Ben Shirk

Lunedì 23 Marzo 09.00-14.00

Questo workshop si concentrerà sul ritratto moderno. La società di oggi è bombardata da icone della cultura pop e film di Hollywood come la pubblicità che ha creato una domanda per compositi epici simili. Vieni a scoprire come creare immagini straordinarie! Ben passerà un po 'di tempo a parlare sia di concetti sia di strumenti nascosti che ti aiuteranno a creare immagini master. Ben mostrerà varie tecniche di illuminazione con flash e tecniche per usare facilmente lo sfondo verde. Dopo aver catturato il soggetto, Ben passerà un po 'di tempo a mostrarti come ottenere estrazioni perfette da soggetti e scene in Photoshop. Successivamente imparerai come tonificare e modellare il soggetto e fondere i tuoi soggetti in sfondi unici per risultati sorprendenti. Finirai la lezione con una nuova comprensione della composizione e dell'arte e sarai pronto a creare immagini che entusiasmeranno i tuoi clienti e la tua comunità. Il Seminario sarà in inglese.


WPC ROMA 2020 CONFERENZE



Paolo Ranzani

Domenica 22 Marzo 09.00-13.00

L’immagine fotografica, mai come ora, richiede di (ri)pensare a ciò che vorremo fare o che avremmo voluto fare. Siamo discesi lungo la corrente, navigato il fiume a gran velocità e ora ci stiamo accorgendo, levando lo sguardo dalla tecnologia, che il paesaggio ci è sfuggito, che ci siamo persi il viaggio, che siamo arrivati lontano, ma forse non sappiamo bene dove. Stiamo percorrendo una mutazione epocale del significato e del linguaggio della fotografia. Urge una bussola e una mappa. Almeno un libretto delle istruzioni. Forse occorre riappropriarsi di una consapevolezza, che sembra ora impalpabile, rispolverando temi che furono cari al Rinascimento, all’Umanesimo, all’Illuminismo. Una vera e propria rivoluzione mentale ai giorni nostri. L’uomo si dovrà riposizionare al centro e decidere cosa realizzare, come realizzarlo, perché e in che modo. E solo dopo si potrà scegliere con certezza il mezzo più idoneo per la finalità stabilità a priori. Essere quindi AUTORE. Per fare ciò, occorre fermarsi e porsi dei dubbi: Chi sono e chi ero. Da dove sono partito e dove vorrei andare. Sarà vero che una immagine possa valere più di mille parole? E se fosse vero, quali sono queste parole?

Antonio Gibotta

Domenica 22 Marzo 09.00-13.00

“Durante la mia presentazione vorrei toccare i punti salienti del mio percorso fotografico, raccontando eventi più leggeri come l’Holi Festival o quelli più drammatici come la questione migranti, passando per i festival meno conosciuti al mondo, un piccolo passaggio sulla mia fotografia di matrimonio e concludere con un reportage realizzato in Campania sulla Pizza!” A. Gibotta

Marco Onofri

Domenica 22 Marzo 09.00-13.00

Noi fotografi scegliamo questo lavoro spinti dall’esigenza di raccontarsi, di parlare un linguaggio che ci descriva. Si parla spesso della “passione” per quello che facciamo, tant’è che spesso noi stessi fotografi siamo i primi a farci “ sottomettere” dal cliente perché amiamo tanto il nostro lavoro da superare certe mancanze di rispetto. Amiamo il nostro lavoro e passiamo la maggior parte della vita a fare ciò che vuole il cliente tralasciando quello che vorremmo fare noi, il motivo per il quale abbiamo scelto di fare i fotografi. Mi piacerebbe parlare dell’importanza di portare rispetto alla propria fotografia, dedicando tempo ai nostri progetti personali, curando in questo modo anche il proprio branding. Solo così possiamo crescere ed essere soddisfatti di quello che facciamo, senza piegarsi troppo alle esigenze del cliente anzi, arricchendo il lavoro che viene consegnato. Parlerò velocemente del mio percorso, dalla fotografia di matrimonio alla fotografia di lifestyle fino ad arrivare alla fotografia di moda e ritratto, con particolare attenzione ai progetti personali.

Piero Gemelli

Domenica 22 Marzo 09.00-14.00

Gemelli, in dialogo con Maria Vittoria Baravelli, art curator, scandito dallo scorrere di immagini del proprio lavoro, raccontando la sua esperienza lavorativa, si soffermerà sulle principali tappe della sua carriera, senza mancare di affrontare i quesiti e le contraddizioni che la filosofia dellʼimmagine pone nellʼera della contemporaneità. Il pensiero di Gemelli sulla fotografia ruota intorno lʼeterna – chissà se incolmabile – distanza tra verità e finzione, con la fotografia a svolgere il ruolo di strumento narrativo sempre in bilico tra immediatezza, verità ed e artificio. Gemelli ironizza sul suo cognome Gemelli/doppio , e sulla duplice anima sua e del fotografo, che sempre comunque si trova ad essere costantemente in bilico tra il “sentire” e raccontare la verità così come appare, come si manifesta, e il “mentire” ricreando una falsità che racconti ancor più vera la reale verità.

Maria Vittoria Baravelli, Art Sharer/ Photography Curator. Membro del CdA del MAR, Museo d’Arte della città di Ravenna Ha scritto su Il Corriere della Sera, LensCulture, Exibart e altre testate culturali. Ha intervistato artisti e fotografi tra cui ricordare: Liu Bolin, David Bailey, Peter Lindbergh, David La Chapelle e Gian Paolo Barbieri

Haseo Hasegawa

Lunedì 23 Marzo 09.00-13.00

"Sfida a creare un mondo meraviglioso senza usare CG o composizione" Nel mondo della fotografia moderna, CG e composizione sono strumenti fondamentali e le opere vengono create con la premessa che verranno utilizzate queste tecniche. Numerosi concorsi valutano immagini che usano queste tecniche. Questa pratica è naturale e fondamentale nella fotografia moderna, ed è la pratica che io continuo a sfidare. Io fotografo solo quello che c’è realmente davanti a me. Invece di modellare digitalmente "l'immaginazione" nella tua testa, "crei" la visione del mondo che "hai immaginato" nella tua testa nel mondo reale. Questa è la mia sfida alla fotografia. Ad eccezione di categorie speciali (basate su CG, ecc.), “non usare composizione o CG., decorare con fiori usando solo fiori freschi, fotografare solamente ciò che è realmente davanti agli occhi, scattare una foto, non crearla.” Queste sono le mie regole. Vi mostrerò come faccio con foto e video!

La Conferenza sarà in inglese con traduzione in italiano

Dusan Holovej

Lunedì 23 Marzo 09.00-13.00

Il mio discorso coprirà tutto il mio percorso fotografico dall'inizio fino ai giorni nostri. Descriverò come sto facendo le mie foto, perché c'è molto di più di un semplice click su un pulsante di scatto. È possibile creare foto pluripremiate anche se non si dispone di uno spazio in studio o di una mancanza di attrezzatura? Perché la teglia è così importante per me? Come far esplodere i biscotti? Ti darò le risposte a queste domande e condividerò molto di più con te. Vieni a trovarmi a Roma il 23 marzo allo Studio Orizzonte Gallery!

La Conferenza sarà in inglese con traduzione in italiano



CONFERENZA

www.vahdersalo.com
Juhamatti Vahdersalo

Lunedì 23 Marzo 09.00-13.00

Come costruire scene in modo efficace usando oggetti di scena reali e Photoshop.

La Conferenza sarà in inglese con traduzione in italiano